gwcached,7 gwcached,7
Serafini Anna Maria
Anna Serafini
scrivi a Anna Serafini

Commissione Istruzione pubblica, beni culturali
Vicepresidente della Commissione parlamentare per l'infanzia
Responsabile Pd settore Famiglia

Dirigente politica, nata il 4 marzo 1953 a Piancastagnaio, un paese dell'Amiata senese, risiede a Roma. Si è laureata in filosofia, con il massimo dei voti, presso l'Università degli Studi di Firenze nel 1981 con una tesi dal titolo "Il pensiero teorico di Eduard Bernstein", dopo un soggiorno a Berlino di alcuni anni.
Si è occupata di politica da giovanissima. Il suo primo impegno è stato nel movimento studentesco e nei movimenti dei diritti civili delle donne. Verso la fine degli anni 70 diventa responsabile delle donne del PCI della provincia di Siena e, non ancora trentenne, membro della segreteria della Federazione del PCI di Siena e della direzione regionale.
Nel 1987 viene eletta alla Camera dei Deputati, dove entra nella Commissione Esteri, e nel frattempo la Direzione Nazionale del PCI le conferisce l'incarico di responsabile per i rapporti con la sinistra europea. Alla fine del 1991, durante la Conferenza dell'Internazionale Socialista di Santiago del Cile, conosce Piero Fassino che sposerà un anno dopo.
E' tra coloro che hanno dato vita al Partito Democratico della Sinistra. Entra a far parte della Direzione nazionale del partito. In questi anni le parlamentari del PDS la eleggono loro portavoce. Successivamente è eletta coordinatrice delle donne dell'Ulivo e ricopre l'incarico di vicepresidente della Commissione Giustizia e di membro della Presidenza del gruppo parlamentare.
È autrice di leggi a favore dei diritti dei bambini e degli adolescenti tutte approvate all'unanimità. Si tratta della legge contro la pedofilia, la pedopornografia, il turismo sessuale e la prostituzione minorile; della legge per nuove disposizioni sulle adozioni nazionali e internazionali.
Nel 2002, priva di incarichi parlamentari, fonda la Consulta DS per l'infanzia e l'adolescenza "Gianni Rodari", primo luogo politico di un partito, incentrato sull' affermazione di una moderna cultura dell'infanzia e dell'adolescenza, radicato in tutto il territorio nazionale e aperto a competenze e ad organizzazioni esterne. Ne ricopre l'incarico di responsabile nazionale.
Nel Giugno 2005 è stata prima firmataria della proposta di legge di iniziativa popolare "Zerosei" per il diritto delle bambine e dei bambini all'educazione e all'istruzione dalla nascita fino a sei anni, presentata alla Camera dopo aver raccolto 200.000 firme autenticate, quattro volte il numero richiesto.

Viene eletta senatrice il 9 Aprile 2006. Nell'ottobre dello stesso anno, la Commissione Parlamentare per l'Infanzia la elegge alla quasi unanimità Presidente. Tra l'ottobre del 2006 e il gennaio del 2008, la Commissione Parlamentare per l'infanzia, tra indagini conoscitive, seminari, audizioni, atti di indirizzo ha toccato, tra l'altro, i temi della povertà minorile, delle adozioni, degli affidamenti e della chiusura degli istituti, dell'abuso e dei maltrattamenti sui minori, del bullismo, del rapporto tra i bambini, adolescenti e media, dell'obesità infantile, del latte materno, della scomparsa dei minori, della partecipazione dei bambini e degli adolescenti alle decisioni che li riguardano.

Nella XVI legislatura è senatrice e ricopre l’incarico di vicepresidente della Commissione parlamentare per l’jnfanzia. Ha presentato disegni di legge sui nidi, sul garante per l’infanzia, sulla musica giovanile, sulla carta d’identità per tutti i minori, sulle città d’arte, sui centri per le donne, sugli assistenti sociali.

Il 14 ottobre del 2007 è stata eletta nell'Assemblea costituente del Partito Democratico e nella Commissione Valori.
Fa parte della Direzione del Partito democratico. Il 13 marzo ha ricevuto dal segretario Franceschini l’incarico di responsabile delle politiche familiari nell’ambito del Dipartimento educazione guidato da Giuseppe Fioroni.
gwcached,7
gwcached,7