gwcached,7 gwcached,7
Commissione 10 - Industria - Comunicato stampa
13 febbraio 2013

elezioni

Finocchiaro: Ridare fiato alle imprese per dare lavoro

"Riservare quota appalti a imprese locali, semplificazione burocratica, no Imu e rafforzamento confidi per immobili PMI. Su cassa integrazione per aziende pugliesi sono intervenuta su Catricala'".

"Taranto ha un'occasione. Proprio a partire da una debolezza derivata dalla vicenda Ilva, a partire da una ferita inferta ad una città, al suo tessuto sociale, si può arrivare ad essere un laboratorio di buone prassi, di investimenti per diventare la frontiera del futuro. Che e' quella di saper innovare la grande produzione industriale tenendo insieme lavoro, produzione, occupazione, salute ed ambiente. Certo per fare questo serve che Taranto sia al centro di un tessuto economico forte. Cosa che il Mezzogiorno non è. Ma la questione del Mezzogiorno e del Mediterraneo e' la questione del futuro. La ripresa dell'azienda siderurgica, che non puo' prescindere dalla compatibilita' ambientale, e' essenziale per il territorio tarantino. Ma tutte le imprese sono fondamentali per ricostruire una rete produttiva. Servono politiche industriali, che abbandonino la monocoltura industriale e che sappiano diversificare i prodotti. Ecco perché serve che le imprese facciano rete. È questo il senso che abbiamo voluto dare alle nostre proposte per le imprese. Penso che sia necessario, ad esempio, riservare il 30% degli appalti alle imprese locali. E' necessario abbattere la burocrazia per avviare un'impresa, una volta stabiliti i doveri rispetto ad igiene e ambiente, sicurezza sul lavoro ed edilizia. Sviluppare il credito d'imposta. Abbassare il costo del lavoro. Sostenere i confidi e ridurre o abbattere l'Imu per gli immobili usati per l'attività delle piccole e medie imprese. Si tratta solo di alcune delle nostre proposte alle imprese che possono essere importanti per il Mezzogiorno e anche per la situazione di Taranto. Ed e' sempre questo il senso della nostra proposta sul pagamento degli arretrati che la pubblica amministrazione deve alle aziende italiane: 50 miliardi in 5 anni. Serve ridare fiato alle imprese per dare lavoro. Questo il nostro obiettivo. E per quello che riguarda la cassa integrazione di molte imprese pugliesi sono intervenuta chiedendo al sottosegretario alla Presidenza Catricala' di intervenire. È necessario trovare queste risorse per mantenere gli impegni nei confronti di aziende e lavoratori. Noi guardiamo al mondo delle aziende con molta attenzione. Qui ai Taranto siamo l'unica forza politica che ha incontrato gli imprenditori. Credo sia una cosa ovvia per una forza politica che pone il tema del lavoro al primo posto della propria agenda". Lo ha detto Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd e candidata in Puglia durante una serie di incontri con la Camera di Commercio e con la Confindustria di Taranto.


tag
imprese   sud   taranto   pd  
condividi
gwcached,7
gwcached,7
gwcached,7