Seguici su Facebook e Twitter    
19 luglio 2012  
Il Pd non partecipa alla farsa Pdl-Lega,
sulle riforme una discussione indegna
di Anna Finocchiaro

Il gruppo del Pd ha abbandonato l'Aula del Senato perché il Pdl ha rotto l'accordo sulle riforme costituzionali, con la presentazione dell'emendamento sul semipresidenzialismo che gli serve per propaganda elettorale.
Con la presentazione di questo emendamento, infatti, è stato tradito un accordo preciso sulle riforme costituzionali, con il risultato che le riforme che avrebbero potuto essere condivise e approvate a larga maggioranza, tra cui la riduzione del numero dei parlamentari, sono finite su un binario morto: anche qualora venissero licenziate lo sarebbero con una maggioranza così risicata da non entrare in vigore.
E' davvero un peccato, e Alfano farebbe meglio a non dire bugie, continuando a fare propaganda sul fatto che le riforme possono essere fatte, visto che ormai non ci sono neanche i tempi materiali per farle.

In primo piano

RIFORME
- Chiti: "Doppia maggioranza, misura è colma"
- Franco: "C'è un patto tra uomini per escludere donne da politica"
- Senatrici Pd: "Rendere effettivo parità ad accesso a cariche elettive" - Donaggio: "La battaglia sacrosanta delle donne"

SPENDING REVIEW
- Senatori Pd: "Da emendamenti su F35 oltre 2 mld a ricerca e rischio sismico"
- Rusconi: "No a tagli su scuola, università e ricerca"
- Bassoli: "E' necessario eliminare sprechi ma no a tagli indiscriminati"

MAFIA
- Finocchiaro: "Da Napolitano atto doveroso per difendere la Costituzione"
- Ceccanti: "Tutti i precedenti a sostegno della tesi del Quirinale"
- Lumia: "Su stragi raccogliere appello pm Nino Di Matteo"
- Antezza: "Borsellino, un faro per tutti e per le nuove generazioni"
- Della Monica: "Ostruzionismo Pdl a norme antimafia"

In Senato questa settimana

E' stato convertito il decreto sui Vigili del Fuoco.
- Incostante: "Votiamo sì, poi serve riforma complessiva"
- Antezza, Mongiello: "Accolto odg Pd. Ora governo proceda per riforma organica Corpo"


E' proseguito il dibattito sulle riforme costituzionali.



In Senato la prossima settimana

In calendario il ddl di riforma del Parlamento e della forma di governo e i decreti sulle dismissioni del patrimonio pubblico e sulla revisione della spesa pubblica.