gwcached,7 gwcached,7
Commissione 02 - Giustizia - Intervento
9 giugno 2011

Dl anticorruzione - sintesi intervento in Aula

Finocchiaro: "Il governo ci prende in giro. Il nuovo art. 1 è inaccettabile"

"L'intesa politica che ieri avevamo sancito si basava su due punti: il primo era quello dell'istituzione di una autorità indipendente per la vigilanza e il controllo della corruzione, l'altro era quella, certo ineliminabile, di una funzione pubblica, vedremo in quale forma, che esercitasse quel lavoro di implementazione del piano nazionale per la prevenzione della corruzione nella pubblica amministrazione. L'emendamento che riscrive l'art. 1 che ci è stato proposto dal governo questa mattina è un emendamento che non corrisponde a quell'accordo e io trovo particolarmente scorretto, lasciatemelo dire, che l'emendamento sia stato già presentato mentre io ero impegnata con il governo nel suo esame. Questo nuovo emendamento qualifica quale autorità nazionale anticorruzione, peraltro così come è oggi a legislazione vigente, poichè come ricorderete con il provvedimento 118 del '98 si è abolito l'alto commissario anticorruzione e si sono attribuite queste funzioni alla funzione pubblica, a un comitato interministeriale. Siamo quindi in un situazione nella quale quello che la convenzione di Strasburgo obbliga a fare, cioè affidare a una autorità dotata di indipendenza, viene affidato a un comitato interministeriale. Poi viene data una carotina all'opposizione, una piccola concessione che prevede che le funzioni di vigilanza e di controllo sull'attività vengono affidate alla Civit, cioè a quella commissione già esistente composta con criteri che in qualche modo potrebbero soddisfare l'esigenza di un'indipendenza. Credo che il Governo venga meno ad un accordo preso ieri in Conferenza dei Capigruppo.
L'opposizione ha dato dimostrazione di serietà. Tra l'altro chiedendo ripetutamente che questo provvedimento venisse in Aula al più presto.
Il comportamento del Governo tradisce l'accordo di ieri. Noi dopo che abbiamo battuto due volte il Governo ci siamo assunti una responsabilità per cercare una soluzione e un accordo. Ora il Governo risponde con arroganza e protervia. Per noi questo emendamento è inaccettabile e va contro il regolamento del Senato visto che ripropone un merito che ieri l'Aula ha bocciato.
Per noi tutto questo è insostenibile. Il governo decida: se vuole stralci tutta questa parte. Altrimenti noi riteniamo che questo emendamento presentato sia inaccettabile.
Il Governo non può prenderci in giro. Qualche competenza in queste materie l’abbiamo e il governo e la maggioranza non possono menarci per il naso di fronte a una lesione del principio. Le funzioni terze di controllo e vigilanza devono essere piene e sulle spalle di un soggetto che non abbia niente a che fare con l’esecutivo.
O si trova un accordo politico o si ricomincia daccapo".
Lo ha detto Anna Finocchiaro nell'Aula di Palazzo Madama durante la discussione sul DL Anticorruzione.


tag
giustizia  
condividi
gwcached,7
gwcached,7
gwcached,7