gwcached,7 gwcached,7
Commissione 02 - Giustizia - Intervento
8 giugno 2011

Dl anticorruzione - sintesi intervento in Aula

Finocchiaro: "Il dl del governo così è inutile"

"L'esecutivo vuole solo adempiere ad un obbligo ma non affrontare le questioni fondamentali"

"Il provvedimento in esame è rimasto circa un anno in Commissione. Questo ci ha fatto assai dubitare del fatto che lo si riuscisse a disancorare dalle pastoie di un ritardo che non trovava giustificazione rispetto all'urgenza e alla questione. A nessuno di noi ovviamente sfugge che la lotta alla corruzione non si esaurisce solo nel profilo della repressione penale. C'è un profilo economico altrettanto importante. É il profilo - io credo - che più di ogni altro dovrebbe interessarci.
C'è un profilo di prevenzione che assume in questo Paese, in questa fase, nella crisi economica e finanziaria grave del Paese, un aspetto particolare. Non abbiamo più bisogno di leggere report che vengono da agenzie internazionali o da istituzioni italiane per sapere quanto la corruzione costa alle famiglie, alle imprese, allo Stato; quanto danno essa arreca al regolare funzionamento del mercato; quanto influisca sulla libera concorrenza, cioè su tre pilastri, su tre questioni centrali e sulle quali il Governo dice di voler scommettere per il rilancio del Paese.
Peraltro, proprio in questi giorni, la Commissaria europea per la giustizia è tornata su questo tema con grande forza strigliando - come si dice in linguaggio giornalistico - i 27 paesi europei per l'incapacità di essere davvero mordenti sul tema della corruzione.
Vi è poi un profilo istituzionale ed, anche, un profilo internazionale. Anche se volessimo guardarlo soltanto da questo punto di vista, il testo che noi stiamo discutendo non è in linea con quelli che sono gli impegni che l'Italia ha assunto sulla base della Convenzione ONU, prevedendo questa che i Paesi si dotino di autorità indipendenti. Noi che facciamo? Lo affidiamo ad una struttura che siede presso la Presidenza del consiglio ed è presieduta dal Presidente del consiglio. E questo rappresenta, al di là di chi sia il Presidente del consiglio di questo Paese, una commistione impossibile da sciogliere.
La stessa rete anticorruzione che sta dentro la pubblica amministrazione che pure può essere un meccanismo di autotutela, può mai rappresentare quel luogo di indipendenza, imparziale, nel quale il sistema della corruzione viene monitorato, fotografato ed intercettato prima che venga a compimento? Siamo seri. Questo testo è in aperta violazione di tutto ciò.
Vorrei evitare che questa discussione diventasse una discussione nella quale dietro un adempimento formale di obblighi, che il nostro Paese ha assunto, si nasconda la volontà di non fare fino in fondo chiarezza e di non fare fino in fondo il nostro dovere. Noi vogliamo solo questo; una buona legge sulla corruzione, parziale come dite voi, perché non riusciremo a coprire l'intero arco delle questioni, che ha anche un capitolo di cui non si parla mai, che è il conflitto di interessi, ma una discussione vera. Se questo è lo spirito con il quale il Governo si mette a discutere di questo tema senza alibi, noi discuteremo. Altrimenti credo che questo dibattito sia una finta e questo provvedimento sia inutile".
Lo ha detto la Presidente dei senatori del PD Anna Finocchiaro nell'aula di Palazzo Madama durante il dibattito sul DL Anticorruzione.


tag
giustizia  
condividi
gwcached,7
gwcached,7
gwcached,7